News

August 17
April 17
March 17
May 15
April 15
March 15
November 14
October 14
July 14
June 14
May 14
April 14
March 14
February 14
January 14
December 13
November 13
October 13
September 13
July 13
June 13
May 13
April 13
March 13
February 13
January 13
December 12
November 12
October 12
September 12
July 12
June 12
May 12
April 12
March 12
February 12
January 12
December 11
November 11
October 11
September 11
August 11
July 11
June 11
May 11
April 11
March 11
February 11
January 11
December 10
November 10
October 10
September 10
August 10
July 10
June 10
May 10
April 10
March 10
February 10
January 10
December 09
November 09
October 09
July 09
May 09
April 09

SLITTATO AD AGOSTO IL DECRETO CORRETTIVO SUL TESTO UNICO SICUREZZA ( 17-04-2009)

E' stata prorogata al 16 agosto la conclusione dell'iter necessario per apporre le modifiche al testo unico sulla sicurezza sul lavoro 81/08.

Prorogata al 16 agosto la conclusione dell’iter attraverso il quale apporre le necessarie modifiche al testo unico sulla sicurezza sul lavoro 81/08.
Resta comunque ferma la data del 16 maggio come termine ultimo per il deposito in Parlamento del decreto correttivo.
Intanto il prossimo 20 aprile si farà il punto sulla situazione con una riunione della Conferenza Stato e Regioni.
La proroga consentirà al Ministero del Lavoro di avere maggior tempo per cercare la migliore soluzione di concerto, ovviamente, con le regioni.
Restano fermi alcuni punti imprescindibili quali: semplificazione del testo unico sulla sicurezza, potenziamento della bilateralità e modifica delle sanzioni.
In merito a questo punto, infatti, è certo che le sanzioni aumenteranno del doppio rispetto a quanto previsto dalla Legge 626 e sarà confermato l’arresto fino ad un massimo di 8 mesi nel caso in cui vi sia stata una mancanza di valutazione dei rischi o non sia stata sospesa l’attività per gravi inosservanze in materia di sicurezza.
Intanto tra le novità introdotte dal testo unico sicurezza - d.lgs 81/08 emanato il 4 aprile del 2008 si ricordano le principali:
- La valutazione dei rischi: obbligo di aggiornare entro giugno 2009 il documento per la valutazione dei rischi ;
- il DUVRI e la valutazione dei rischi interferenze: qualora ci siano in atto dei contratti di appalto.



SICUREZZA SUL LAVORO: PIU' CONTROLLI MA IL 36% DEI CANTIERI E' FUORI REGOLA ( 20-04-2009)

Nel corso del 2008 sono aumentati del 10% i controlli sui luoghi di lavoro, come emerge dal Forum Nazionale sulla salute dei lavoratori a Firenze.  Nella sola Toscana il 36% dei cantieri ispezionati non è a norma!

Firenze. Più controlli sui luoghi di lavoro, il 10 per cento nel 2008. Il dato e' emerso dal Forum Nazionale sulla salute dei lavoratori organizzato al Palacongressi di Firenze. Nonostante la stretta sui controlli cominci a farsi serrata il dato toscano resta sconfortante: il 36% dei cantieri ispezionati non e' a norma contro il 42% di quelli italiani. In termini assoluti, nella regione Toscana, risultano fuori legge 1736 cantieri su 4796.

Nel corso del 2008 complessivamente sono state 18.000 le aziende con dipendenti e lavoratori autonomi oggetto di ispezione e circa 30.000 i sopralluoghi effettuati in tutti i comparti produttivi. Le ispezioni hanno fatto emergere un numero esorbitante di violazioni di legge - precisamente 6142 - e hanno provocato 164 sequestri.

Nel complesso, comunque, la politica regionale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro merita, nel 2008, un segno piu'; in particolare la media toscana delle aziende ispezionate e' doppia rispetto alle altre regioni: in Toscana si parla infatti del 10% dei controlli rispetto a una media nazionale del 5,5% e a uno standard nazionale richiesto del 5%. Nel settore delle costruzioni questo rapporto sale al 13,6% in Toscana contro una media nazionale del 9,1%.

Fonte: adnkronos



RLS PROCEDURE INAIL PER LA COMUNICAZIONE ( 21-04-2009)

RLS: l'Inail definisce la procedura per la comunicazione della nomina (entro il 16 maggio 2009)
Scadono il 16 maggio i termini per comunicare il nominativo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

Il Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 dispone (all’art. 18 comma 1 lettera aa) che il datore di lavoro debba comunicare annualmente all'INAIL i nominativi dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS); fino ad ora le modalità per adempiere non erano state chiarite, tanto che era apparso sul sito dell'INAIL un invito a procrastinare la comunicazione fino alla definizione delle modalità di trasmissione del nominativo.

Successivamente l'INAIL ha emanato un'apposita circolare, la n. 11 del 12 marzo 2009, inerente a "chiarimenti in ordine agli adempimenti posti a carico dei datori dei lavoro e dei dirigenti ai fini della comunicazione dei nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza" ed ha predisposto una procedura online (vedi spiegazione guidata) accessibile dal sito dell'INAIL attraverso il “Punto Cliente”.

La comunicazione dovrà essere effettuata entro il 31 marzo di ciascun anno; per il 2009 la scadenza è fissata al 16 maggio 2009.

Dal sito INAL si riporta che “Qualora per problemi tecnici l'inserimento non potesse avvenire online si potrà inviare eccezionalmente la segnalazione via fax al n. 800657657 utilizzando il modello predisposto che può essere richiesto presso le Sedi dell'Istituto o scaricato dal portale dell'INAIL.

Coloro che hanno provveduto alla comunicazione prima dell'emanazione della circolare n. 11 del 12 marzo 2009 devono ripetere la comunicazione stessa utilizzando il format predisposto e la relativa procedura online.

Ricordiamo che per la mancata comunicazione del nominativo dell’RLS è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria di euro 500. (art. 55 comma 4 lettera “o”)