News

agosto 17
aprile 17
marzo 17
maggio 15
aprile 15
marzo 15
novembre 14
ottobre 14
luglio 14
giugno 14
maggio 14
aprile 14
marzo 14
febbraio 14
gennaio 14
dicembre 13
novembre 13
ottobre 13
settembre 13
luglio 13
giugno 13
maggio 13
aprile 13
marzo 13
febbraio 13
gennaio 13
dicembre 12
novembre 12
ottobre 12
settembre 12
luglio 12
giugno 12
maggio 12
aprile 12
marzo 12
febbraio 12
gennaio 12
dicembre 11
novembre 11
ottobre 11
settembre 11
agosto 11
luglio 11
giugno 11
maggio 11
aprile 11
marzo 11
febbraio 11
gennaio 11
dicembre 10
novembre 10
ottobre 10
settembre 10
agosto 10
luglio 10
giugno 10
maggio 10
aprile 10
marzo 10
febbraio 10
gennaio 10
dicembre 09
novembre 09
ottobre 09
luglio 09
maggio 09
aprile 09

Ambiente - Clima ed energia - INCENTIVI AL SUD ( 16-12-2010)

Nuove misure per le imprese che investono nelle energie rinnovabili al Sud

Dall’inizio di dicembre un nuovo strumento si affianca a quelli già operativi e messi in campo dal Governo a sostegno delle attività imprenditoriali e della competitività delle imprese. Sarà Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione di investimenti e lo sviluppo d'impresa il soggetto gestore delle agevolazioni previste dai 3 nuovi decreti del Ministero dello Sviluppo Economico, del 6 agosto 2010 e rivolti alle imprese che intendano effettuare investimenti produttivi nei settori della ricerca, dell'innovazione e delle energie rinnovabili.

Dall’inizio di dicembre un nuovo strumento si affianca a quelli già operativi e messi in campo dal Governo a sostegno delle attività imprenditoriali e della competitività delle imprese. Sarà Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione di investimenti e lo sviluppo d'impresa il soggetto gestore delle agevolazioni previste dai tre nuovi decreti del Ministero dello Sviluppo Economico, firmati lo scorso 6 agosto e rivolti alle imprese che intendano effettuare investimenti produttivi nei settori della ricerca, dell'innovazione e delle energie rinnovabili.

Le tre nuove misure si rivolgono a imprese piccole, medie e grandi che decidano di localizzare i loro piani di investimento nelle 4 regioni dell'obiettivo Convergenza (Sicilia, Campania, Puglia e Calabria) e che, come previsto dal Decreto, a partire dal 9 dicembre 2010 potranno presentare domanda di agevolazione per programmi di investimento che puntino a sostenere l'industrializzazione dei programmi di ricerca, l'utilizzo di tecnologie innovative, la tutela ambientale e il risparmio energetico.

Potranno essere presentati progetti che abbiano un importo di spesa compreso tra 1,5 e 25 milioni di euro e riguardino la realizzazione di nuove unità produttive, l'ampliamento di quelle già esistenti, la diversificazione della produzione (in nuovi prodotti o servizi aggiuntivi) o il cambiamento fondamentale dei processi di produzione.

Gli incentivi a disposizione, in tutto 500 milioni di euro, provengono da risorse comunitarie della programmazione 2007-2013. In particolare, le risorse del bando sugli Investimenti Energetici sono a valere sul POI Efficienza Energetica, mentre quelle dei bandi Industrializzazione e altri obiettivi sono a valere sul PON Ricerca e Competitività.

I beneficiari potranno contare su contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, nel rispetto delle percentuali massime fissate dalla Carta italiana degli aiuti a finalità regionale 2007-2013, e dovranno offrire idonee garanzie ipotecarie e/o bancarie e apportare mezzi finanziari propri pari al 25% dell’investimento.

Invitalia curerà, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, tutti gli adempimenti tecnici e amministrativi riguardanti l’istruttoria delle domande e l’erogazione delle agevolazioni.

Le domande dovranno essere presentate per via telematica attraverso il sito www.sviluppoeconomico.gov.it e saranno esaminate da Invitalia in base all’ordine cronologico di presentazione.