News

agosto 17
aprile 17
marzo 17
maggio 15
aprile 15
marzo 15
novembre 14
ottobre 14
luglio 14
giugno 14
maggio 14
aprile 14
marzo 14
febbraio 14
gennaio 14
dicembre 13
novembre 13
ottobre 13
settembre 13
luglio 13
giugno 13
maggio 13
aprile 13
marzo 13
febbraio 13
gennaio 13
dicembre 12
novembre 12
ottobre 12
settembre 12
luglio 12
giugno 12
maggio 12
aprile 12
marzo 12
febbraio 12
gennaio 12
dicembre 11
novembre 11
ottobre 11
settembre 11
agosto 11
luglio 11
giugno 11
maggio 11
aprile 11
marzo 11
febbraio 11
gennaio 11
dicembre 10
novembre 10
ottobre 10
settembre 10
agosto 10
luglio 10
giugno 10
maggio 10
aprile 10
marzo 10
febbraio 10
gennaio 10
dicembre 09
novembre 09
ottobre 09
luglio 09
maggio 09
aprile 09

D.P.I.: I GUANTI ANTI VIBRAZIONI ( 23-12-2010)


Durante la Convention “ Ambiente Lavoro” di Modena, il 7 ottobre 2010 si è svolto il seminario dal titolo “Dispositivi individuali di protezione dai rischi per la salute”.

L’incontro - organizzato dall’Associazione italiana di acustica ( AIA) e dall’Associazione Italiana degli Igienisti Industriali ( AIDII) - partiva dal presupposto che malgrado i DPI trovino un largo impiego negli ambienti di lavoro, spesso le caratteristiche e le corrette modalità d’uso sono ancora poco note.

Il seminario ha fornito conoscenze in grado di consentire una scelta consapevole dei DPI e si è occupato, di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, della vista e dell’udito, di guanti antivibranti, di valutazione dell’esposizione e protezione cutanea e delle novità nel campo dei dispositivi individuali di protezione.

Sul tema delle vibrazioni si sofferma in modo particolare l’intervento dal titolo “Guanti antivibranti”, a cura di Pietro Nataletti ( INAIL).

Dopo aver elencato una serie di produttori di questo specifico DPI, il relatore pone l’accento sull’efficacia dei suddetti dispositivi. Nel documento vengono infatti riportate numerose tabelle con i riferimenti necessari per valutare l’efficacia dei vari modelli di guanti antivibrazione, efficacia valutata in termini di trasmissibilità delle vibrazioni.

Il documento ricorda infine che la valutazione e il controllo dei rischi per la salute dei lavoratori dovuti all’esposizione a vibrazioni meccaniche, come previsto dal Decreto legislativo 81/2008, “si deve sempre basare su interventi di prevenzione tecnica”.
 
Insomma non è sufficiente la mera assegnazione di DPI anti vibrazioni. Diversamente dai DPI uditivi, non esistono DPI anti-vibrazioni in grado di proteggere adeguatamente i lavoratori e riportare i livelli di esposizione a livelli inferiori ai valori limite di esposizione”.