News

agosto 17
aprile 17
marzo 17
maggio 15
aprile 15
marzo 15
novembre 14
ottobre 14
luglio 14
giugno 14
maggio 14
aprile 14
marzo 14
febbraio 14
gennaio 14
dicembre 13
novembre 13
ottobre 13
settembre 13
luglio 13
giugno 13
maggio 13
aprile 13
marzo 13
febbraio 13
gennaio 13
dicembre 12
novembre 12
ottobre 12
settembre 12
luglio 12
giugno 12
maggio 12
aprile 12
marzo 12
febbraio 12
gennaio 12
dicembre 11
novembre 11
ottobre 11
settembre 11
agosto 11
luglio 11
giugno 11
maggio 11
aprile 11
marzo 11
febbraio 11
gennaio 11
dicembre 10
novembre 10
ottobre 10
settembre 10
agosto 10
luglio 10
giugno 10
maggio 10
aprile 10
marzo 10
febbraio 10
gennaio 10
dicembre 09
novembre 09
ottobre 09
luglio 09
maggio 09
aprile 09

MALATTIE PROFESSIONALI: NUOVI PROGETTI DI RICERCA ( 30-12-2010)


Una Commissione tecnico scientifica composta da rappresentanti dell’Inail, dell’ex Ispesl, da tecnici del Ministero del Lavoro e da esperti in rischi lavorativi e malattie professionali hanno selezionato i progetti di ricerca ammessi a finanziamento da parte dell’Inail. I progetti scelti sono diciannove su i cinquanta candidati che hanno risposto al bando indetto da Inail e scaduto lo scorso 30 giugno.
 
Sono progetti presentati da Istituti accademici, scientifici e di alta specializzazione che hanno come oggetto studi e ricerche per la prevenzione del fenomeno infortunistico.
 
E’ compito dell’istituto assicurativo favorire attività di ricerca al fine di acquisire maggiori conoscenze sui rischi lavorativi e sulle nuove malattie professionali, in modo da poter migliorare il sistema di tutela integrale offerta ai soggetti assicurati. In questa ottica per il 2010 sono stati ritenuti di interesse prioritario tematiche e progetti legati alle malattie professionali e che incrementassero e approfondissero le conoscenze della epidemiologia e/o della fisiopatologia clinica del fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle tecnopatie.
 
In modo più specifico l’Inail ha voluto devolvere i contributi a ricerche dedicate allo studio delle
1. malattie a genesi multifattoriale e neurodegenerative;
2. malattie causate da amianto, radon ed onde elettromagnetiche;
3. malattie più tipicamente legate al settore agricolo. I risultati conseguiti attraverso queste attività di ricerca saranno resi disponibili per tutti i soggetti che concorrono al raggiungimento di sempre migliori standard di protezione e prevenzione per la salute e la scurezza dei lavoratori.