News

August 17
April 17
March 17
May 15
April 15
March 15
November 14
October 14
July 14
June 14
May 14
April 14
March 14
February 14
January 14
December 13
November 13
October 13
September 13
July 13
June 13
May 13
April 13
March 13
February 13
January 13
December 12
November 12
October 12
September 12
July 12
June 12
May 12
April 12
March 12
February 12
January 12
December 11
November 11
October 11
September 11
August 11
July 11
June 11
May 11
April 11
March 11
February 11
January 11
December 10
November 10
October 10
September 10
August 10
July 10
June 10
May 10
April 10
March 10
February 10
January 10
December 09
November 09
October 09
July 09
May 09
April 09

Valutazione dei rischi: Recepite le procedure standardizzate ( 13-12-2012)


Con il Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012 sono state recepite le procedure standardizzate di effettuazione della valutazione dei rischi previste dal Decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81 e successive modifiche e integrazioni.

Il documento, individua il modello di riferimento per l’effettuazione della valutazione dei rischi da parte dei datori di lavoro, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.

 

Fonte: Ministero del Lavoro



Addetti al primo soccorso: Interpello in materia di formazione ( 21-12-2012)


La CONFAPI, Confederazione italiana della piccola e media impresa, ha interpellato il Ministero del Lavoro in merito alla possibilità di ritenere assolto l’obbligo di formazione per i lavoratori addetti all’attuazione delle misure di primo soccorso, nel caso gli incaricati siano soggetti “attivi” (soggetti che abbiano frequentato i corsi per la qualifica di Volontari del soccorso organizzati dalla Croce Rossa o altra Associazione collegata al SSN 118 e frequentino gli aggiornamenti annuali previsti dai regolamenti).

Il D.M. 15 luglio 2003, n. 388 prevede una vera e propria formazione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso; il decreto citato individua anche i tempi minimi del corso di formazione. Il Ministero precisa che ad esso non è noto il contenuto dei corsi organizzati dalla Croce Rossa o da altri enti di formazione.

Detto ciò, il Ministero precisa che si può ritenere assolto l’obbligo di formazione solo se la durata e il contenuto teorico – pratico del corso siano pari o di livello superiore a quello previsto dal suddetto Decreto.

Nel caso in cui si dovesse evincere che sono stati trattati solo alcuni degli argomenti previsti, il corso dovrà essere integrato del numero di ore e degli argomenti mancanti.