News

August 17
April 17
March 17
May 15
April 15
March 15
November 14
October 14
July 14
June 14
May 14
April 14
March 14
February 14
January 14
December 13
November 13
October 13
September 13
July 13
June 13
May 13
April 13
March 13
February 13
January 13
December 12
November 12
October 12
September 12
July 12
June 12
May 12
April 12
March 12
February 12
January 12
December 11
November 11
October 11
September 11
August 11
July 11
June 11
May 11
April 11
March 11
February 11
January 11
December 10
November 10
October 10
September 10
August 10
July 10
June 10
May 10
April 10
March 10
February 10
January 10
December 09
November 09
October 09
July 09
May 09
April 09

Professioni non organizzate: La disciplina applicabile. ( 15-02-2013)


La legge 14 gennaio 2013, n. 4, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 26 gennaio 2013, ha disciplinato in maniera molto precisa e dettagliata la materia delle professioni non organizzate. La legge appunto, chiarisce che per Professione non organizzata in Ordini o Collegi, deve intendersi un’attività economica che ha lo scopo di prestare servizi od opere a favore di terzi (tale attività può essere anche non organizzata). Tale attività inoltre, deve essere esercitata abitualmente e prevalentemente mediante il lavoro intellettuale o comunque in concorso di questo, sono escluse da questo ambito le attività riservate per legge ai soggetti iscritti in appositi albi o elenchi ai sensi dell’art. 2229 c.c., delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative.